Atletico Pop United { 22 images } Created 22 Jan 2016

Atletico Pop United – una squadra di calcio popolare che, attraverso lo sport, promuove la fratellanza e la lotta al razzismo – è composta da alcuni giovani richiedenti asilo politico provenienti dall’Africa Subsahariana (soprattutto dal Mali, Senegal, Gambia e Ghana). Sono alloggiati nei quattro CARA (Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo) sorti nel settembre del 2013 sul territorio di Anzio e Nettuno in provincia di Roma. Dopo solo un paio di mesi dal loro arrivo ci furono tensioni con la popolazione residente in seguito ad una protesta culminata con il blocco di una strada con i cassonetti da parte dei ragazzi africani che lamentavano le cattive condizioni igenico-sanitarie della struttura ricettiva.
Lunedì 14 dicembre 2015 da un automobile è stato esploso un colpo di fucile ad aria compressa contro Abubacarr, un giovane residente che si trovava all’esterno delle abitazioni del CARA di via dell’Armellino. Solo la tipologia dell’arma e la fortuna hanno permesso a Abubacarr di cavarsela con una leggera ferita, ma il gesto rimane con la sua minaccia. Ha portato paura, sebbene un piccolo segno di una tensione latente presente nella società italiana generata sicuramente da razzismo, da una situazione di crisi economica che è ancora pesante e genera incertezza per il futuro ma anche dalla mancanza di reali opportunità di incontro su un terreno alla pari con chi rimane relegato all’immagine dei barconi e degli esodi biblici.
La partita del sabato, del campionato provinciale amatoriale, tra l’Atletico Pop United e il Sezze, primo in classifica, ha assunto a pochi giorni dall’episodio di aggressione, un valore particolare e l’occasione per inviare più forte il messaggio che pure il migrante ha voglia di giocare e di vincere.
View: 25 | All